Cari educatori,
nella Festa della Pace i bambini e i ragazzi continuano con la promozione delle inchieste di pace condotte nel Mese della Pace perché facciano emergere le diverse povertà presenti in città e accompagnino a maturare una maggiore sensibilità da parte della comunità.
Un’inchiesta per sua natura ha bisogno di un tempo più ampio e della consultazione maggiore di fonti primarie, cioè di una fonte d’informazione “di prima mano”.
Questo ricercare in più tipi di fonti aiuta i ragazzi a preparare un’indagine giornalistica più sistematica e completa e, quindi, più utile alla comunità: il fine, infatti, di ogni inchiesta è portare alla luce ciò che è nascosto, fornire dettagli e informare in modo serio e chiaro.
Nonostante non sia possibile radunare un gran numero di bambini e ragazzi per vivere la Festa, come equipe diocesana abbiamo pensato ad una possibile soluzione per essere uniti anche se distanti.
Il sussidio di seguito allegato contiene tutte le indicazioni e le attività per far vivere ai bambini e ai ragazzi una bella Festa della Pace. Inoltre, quest'anno, in preparazione alla Festa, abbiamo pensato di accompagnare il percorso dei ragazzi delle scuole medie con una storia che toccasse i temi proposti per questo tempo. Di seguito, la trama:
In un piccolo paese si diffonde la notizia pubblicata dal giornale "In superficie" nella quale si può leggere: <<un gruppo di 4 ragazzi, tra gli 11 e i 13 anni, è stato accusato di aver commesso un reato: aver deturpato e imbrattato il parco comunale! Una prova inconfutabile conferma i colpevoli, sul muro del parco si può leggere questa frase: "Gli A.R.G.O. sono stati qui". Fonti certe ci dicono che A.R.G.O. è proprio il nome con cui questo gruppo si fa chiamare!>>
Tuttavia i ragazzi sostengono di non essere stati loro a compiere il reato.

E allora buona Festa della Pace a tutti!

Guarda i video sul nostro canale Youtube

f.png
i.png
y.png

© 2020 gianmariacaiolagrafico.it

calendario.png