GIOVANI NEL MONDO

Non possiamo limitarci a dire che i giovani sono il futuro del mondo: sono il presente, lo stanno arricchendo con il loro contributo. Un giovane non è più un bambino, si trova in un momento della vita in cui comincia ad assumersi diverse responsabilità, partecipando insieme agli adulti allo sviluppo della famiglia, della società, della Chiesa. Però i tempi cambiano, e ritorna la domanda: come sono i giovani oggi, cosa succede adesso ai giovani?

Papa Francesco, Christus Vivit, 64.

 

A queste domande rispondiamo noi giovani di AC, che vogliamo essere i protagonisti di questo tempo e non semplici spettatori. Noi che coltiviamo la nostra fede e la testimoniamo, perché l’essere cittadini non è altro dall’essere cristiani. Noi che combattiamo l’indifferenza con l’informazione e la cultura. Siamo quei giovani che hanno negli occhi l’entusiasmo e nel cuore la voglia di vivere, di vedere il mondo, di lavorare e di sporcarsi le mani per un sogno, nonostante la crisi economica, la disoccupazione, l’instabilità politica, la dipendenza dai social. Siamo quei giovani che si fanno domande e cercano le risposte per capire a fondo quello che accade nelle città, nella società, nella Chiesa; provando a contribuire con i propri carismi, i propri talenti e le proprie capacità nella costruzione di un mondo migliore, perché è su questo mondo che si gioca “la partita per la vita eterna”, per noi e per gli altri.

Image-empty-state.png

Guida alle buone vacanze

Tutte le volte che accade ci meravigliamo. Tutte le volte che scopriamo quante cose belle ci sono proprio vicino casa nostra, delle quali prima assolutamente ignoravamo l'esistenza, rimaniamo piacevolmente sorpresi. È riconosciuto da tutti che il nostro paese sia un museo a cielo aperto, nonché centro di spiritualità e di Fede; da tutti ma forse un po’ meno da noi, che sempre più spesso preferiamo destinazioni lontane, estere

7 agosto 2020

Image-empty-state.png

#BellaCiao

La celebrazione annuale del 25 aprile 1945, volta a celebrare la cifra “quasi tonda” del settancinquennale della liberazione del nostro Paese dalla dittatura nazifascista ed il conseguente termine del secondo conflitto mondiale, quest’anno sarà certamente differente. Come giovani di AC, abbiamo voluto offrire il nostro contributo per promuovere la memoria storica, personale ed ideale di questa essenziale ricorrenza per la civiltà

25 aprile 2020

Image-empty-state.png

Black Lives Matter

La morte di George Floyd ha scatenato in America un’ondata di proteste. È l’ennesimo caso di razzismo che conferma quanto ancora sia lunga la strada da percorrere per una società che sia priva di pregiudizi e intolleranza, pronta a non fare differenze ed accogliere tutti senza condizioni.

Noi abbiamo chiesto a Daniel Afonso Gallozzi di aiutarci in questa riflessione: la sua storia dimostra che abbiamo ancora molto da imparare. Nel 2020 dover ribadire di essere tutti uguali - peggio ancora doverlo dimostrare - fa davvero ribrezzo. Ma la speranza c’è, ed è tutta riposta nei giovani.

11 giugno 2020