Archivio News e Documenti

Seguimi come Matteo

Una parola, un imperativo: “Seguimi!”, e un duplice gesto di resurrezione e di sequela: “Ed egli, alzatosi, lo seguì”. “Alzatosi” è un verbo che dice non solo la stazione eretta, ma anche l’atto del risorgere. “Lo seguì”. Corri dietro a me. Ecco tutto. Camminare dietro a Gesù, ma verso dove? Per quale strada? Matteo è il protagonista di questa storia, la sua vita è per noi cristiani l’esempio per divenire autentici discepoli. Ecco allora che proviamo a indicare le direzioni che Matteo ha seguito e che ci impegnano ad imboccare, per riflettere sulla sua figura in questo giorno di festa per la nostra diocesi.

Servire e dare la propria vita Icona anno associativo AC 2020-2021

Lungo il cammino che porta a Gerusalemme, come i discepoli dietro Gesù siamo davanti al rischio decisivo: il desiderio del potere, che finisce con il rendere l’uomo schiavo dei propri desideri e nemico dei propri simili. L’evangelista Marco per la terza (e definitiva) volta ricorda il motivo della sofferenza-condanna del Figlio dell’uomo, che appare come punto di partenza del racconto successivo centrato sul desiderio di potere di Giacomo e Giovanni, i figli di Zebedeo.

Un estate eccezionale

Cari presidenti,
come sapete per l’Azione Cattolica la stagione estiva è da sempre un’occasione di formazione spirituale, umana e sociale. Grazie ai campi scuola, generazioni di ragazzi, giovanissimi, giovani e adulti hanno vissuto l’esperienza di chiesa diocesana, condiviso il linguaggio associativo, rafforzato la scelta di seguire nostro Signore attraverso l’AC. Come raggiungere quest’obiettivo, anche per quest’estate davvero eccezionale?

f.png
i.png
y.png

© 2020 gianmariacaiolagrafico.it