uni quadrato.png

"Quanto sarebbe bello che le aule delle università fossero cantieri di speranza, officine dove si lavora a un futuro migliore, dove si impara a essere responsabili di sé e del mondo!"

L’università è per noi giovani di AC, e non solo, luogo di formazione, discernimento e relazioni per essere protagonisti della propria vita e del mondo che abitiamo.[leggi tutto]

Oggi la Chiesa festeggia la beatificazione di Carlo Acutis, che a soli 15 anni è stato testimone di una fede “sopra le righe”: i nostri Giovanissimi di AC riflettono sul tema della santità e si chiedono se è a portata di tutti.!. [leggi tutto]

Grafica Sito.png

Perchè tornare a scuola?

Da quando abbiamo sentito suonare per l’ultima volta la campanella, in quel giorno che non potevamo immaginare come l’ultimo dell’anno scolastico, si è tanto parlato di scuola e su come potervi fare presto ritorno, considerata l’emergenza pandemica che ha colpito il nostro paese. Alla vigilia del nuovo anno, ci sentiamo chiamati fortemente a sostenere studenti, docenti, personale scolastico e istituzioni in quella che è una scelta coraggiosa ma doverosa per il bene di tutta la società. Tornare a scuola è davvero importante e con alcuni insegnanti abbiamo provato a indicare il perché!. [leggi tutto]

quadrato1_sos2.png

Eccoci tornati con una super Notizia!
Per il terzo anno consecutivo la nostra Diocesi si è occupata della realizzazione dei gesti, delle riprese e del montaggio dell'inno nazionale dell'ACR. Grazie a tutte le persone che si sono impegnate per la produzione di questo meraviglioso video e, in particolare,agli acierrini delle nostre parrocchie che si sono resi protagonisti, prendendo parte a quest'esperienza che rimarrà per sempre nel loro cuore: Fabio, Gerardo, Luisa, Maria Michela e Veronica.
Non vi resta che Seguire la notizia e andare a guardare il video!

Sei mai stato con una persona che ha il vizio di raccontare mille volte sempre la solita storia? Ti assicuriamo che è davvero difficile restarne affascinati dopo averla ascoltata milioni di volte. Nella tua esperienza associativa, da responsabile e da educatore, potresti correre il rischio di trasformarti proprio in un tipo banale e ripetitivo senza nemmeno accorgertene! Ecco perché diventano necessari, non solo la guida, ma tutti gli strumenti del mestiere: quelli che l’AC porta nel suo zaino da tempo e che le permettono di rimanere al passo con i tempi [leggi tutto]

miniatura4.png
quadrato 4.png

Il fatto è la nostra vita, è la vita dei bambini e dei ragazzi che si apprestano a vivere un nuovo anno associativo, è la vita che si svolge durante questo anno. I ragazzi, al rientro dalla pausa estiva, mettono ordine agli orari, alle attività, agli impegni, ma soprattutto raccolgono le emozioni, le sensazioni e le aspettative che un nuovo anno può riservare: è tutto questo che costituisce il fatto, ma è anche il confronto con gli altri, con le loro aspettative, con i loro desideri, con le loro domande di vita a costituire il sostrato della notizia che saranno chiamati a raccontare.[leggi_tutto]

Servire e non asservire: il rischio del potere
Lungo il cammino che porta a Gerusalemme, come i discepoli dietro Gesù siamo davanti al rischio decisivo: il desiderio del potere, che finisce con il rendere l’uomo schiavo dei propri desideri e nemico dei propri simili. L’evangelista Marco per la terza (e definitiva) volta ricorda il motivo della sofferenza-condanna del Figlio dell’uomo (Mc 10,32-34), che appare come punto di partenza del racconto successivo centrato sul desiderio di potere di Giacomo e Giovanni, i figli di Zebedeo (10,35-45).
Nel primo annuncio l’evangelista registra il desiderio di successo di Pietro, il quale azzarda a correggere Gesù, perché non accetta e nemmeno comprende il riferimento alla sofferenza e alla morte, fatte dal maestro (Mc 8,32). Segue il tema del denaro (Mc 10,17-31) [leggi_tutto]

QUADRATO_2.png
LOGO FUCI.png
LOGO MEIC.png
mieac.png
logo diocesi.jpg
azione.png
f.png
i.png
y.png

© 2020 gianmariacaiolagrafico.it